GRAFICO IN TEMPO REALE DEL SISTEMA SOLARE, PIANETI, PIANETINI, ASTEROIDI

Con questi due grafici ho voluto rappresentare, in forma dinamica, il nostro Sistema Solare con la posizione attuale dei pianeti.
Il primo grafico corrisponde alla parte interna del Sistema Solare, fino al pianeta Giove. Il secondo grafico (in scala differente), rappresenta il Sistema Solare da Giove fino a Plutone.
I simboli con le lettere (p) e (a) presenti nelle orbite planetarie, indicano rispettivamente, la posizione del perielio e dell’afelio.
Gli “anelli” tra le orbite di Marte e di Giove, sono una rappresentazione, della Fascia degli Asteroidi.
All’interno dei grafici, sono presenti 3 Text-Box, per l’inserimento di una data diversa da quella attuale. Cliccate sul pulsante Run (dopo aver inserito la nuova data), per visualizzare la configurazione planetaria aggiornata alla data indicata. Cliccate su Reset per ritornare alla configurazione attuale.
Attenzione! non sono presenti funzioni, per verificare l’esattezza della data impostata, di conseguenza inserite dati congruenti!

Nel grafico del Sistema Solare Interno, oltre ai pianeti, ho inserito il pianeta nano Cerere, con i primi 10 asteroidi più importanti. In rosso ho evidenziato alcuni asteroidi near-Earth, tra i quali il più pericoloso è: Apophis, che il 13 aprile 2029 avrà un incontro molto ravvicinato con il nostro Pianeta

STAZZEMA: Immaginar di tavole imbandite, evento culturale-gastronomico a Pomezzana 11/05/18 ore 19:00

STAZZEMA – Venerdì 11 maggio, alle ore 19, presso il ristorante “Sotto la Loggia” di Pomezzana (Stazzema), l’architetto ‎Mario Lovi presenterà alcune sue opere provenienti dalla mostra a Palazzo Ducale di Lucca. L’evento, giunto alla sua quarta edizione, si intitola “Immaginar di tavole imbandite”.

A seguire una speciale cena a tema che prevede tra l’altro antipasti cotti nei testi di ferro, tagliarini di grani antichi co’ fagioli, coniglio di Marignana con polenta trentolina. Il costo è di 25 euro a persona.
Prenotazioni e informazioni 0584 777839.

Ristorante “Sotto la Loggia”
Pomezzana di Stazzema (LU)

TRAGICA LA SITUAZIONE DELLA RACCOLTA RIFIUTI A COREGLIA

PIETRO FRATI, COREGLIA: LA MALA GESTIONE DEI RIFIUTI CI ATTANAGLIA DA DUE ANNI, INUTILI LE RASSICURAZIONI DELLA GIUNTA

Mossa lodevole quella del sindaco di Coreglia Antelminelli Valerio Amadei e della neo nominata assessore Sabrina Santi di rassicurare la popolazione per ciò che riguarda la piaga dei rifiuti che ormai ci attanaglia da oltre due anni, di fatto all’insediamento del gestore per la raccolta dei rifiuti Adigest s.r.l.
____________________________


Mossa lodevole ripeto, ma a nostro avviso fatta troppo tardi e ormai fuori luogo dal momento che la ditta sopra citata è alla scadenza del contratto.

Dall’inizio del servizio di raccolta rifiuti da parte della ditta Adigest s.r.l. che vinse l’appalto con un ribasso di circa il 25% noi di “Movimento per Coreglia” abbiamo assunto una posizione palesemente scettica. Appalto che portò poi a un ribasso in bolletta ridicolo pari a solo il 2%.

L’inizio della raccolta non fu dei più rosei, perlomeno confrontando il servizio con la ditta precedente. I problemi di oggi, anche se con minor visibilità ed intensità, ci sono stati fin dall’inizio e tutto questo è sotto gli occhi di tutti, nessuno può negarlo, ma col passare del tempo si sono notevolmente aggravati. Cosa fare? Noi di “Movimento per Coreglia”, oltre che evidenziare i problemi al sindaco, al vicesindaco, agli assessori, agli uffici competenti, lo abbiamo sottoposto all’ assemblea di consiglio comunale molte volte. Tutto questo è documentato dalle richieste, foto, incontri ecc.( ciò che non è protocollato è ugualmente documentabile).

Il gruppo di opposizione “Movimento per Coreglia” con forte senso di responsabilità politica ha comunque deciso di collaborare con la maggioranza per risolvere il problema, invece di attaccarsi alle scelte che amministratori di minoranza di un tempo facevano abitudinariamente e cioè di attaccare la maggioranza per gli sbagli fatti.
La raccolta rifiuti, pulizia, decoro urbano, sicurezza e salute riguardano la comunità e quindi a appartengono a tutti.

Da due anni invitiamo la maggioranza, secondo quanto riportato nel capitolato d’appalto sottoscritto, (che ci sembra abbiano letto solamente nell’ultimo periodo) a sanzionare con penali la ditta fino addirittura all’allontanamento. Si sono limitati fino ad ora solo a fare diffide.
Adigest s.r.l. non ha mai onorato pienamente il contratto di appalto sottoscritto e quanto riportato nel capitolato. E’ forse questo quello che la maggioranza vuol far credere, che se ne accorge solo ora nonostante i tutti i nostri richiami?

Ormai è tardi, siamo quasi in estate e purtroppo per risolvere il problema raccolta rifiuti senza ovviamente rischiare il diffondersi di malattie provocate dagli stessi che stanno marcendo e putrefacendo, bisognerà ingaggiare una ditta alternativa per la raccolta e questo comporterà ancora una volta entrare nelle case e nelle tasche dei cittadini per trovare le risorse necessarie.

Fatevi da parte e fate amministrare chi forse può essere più competente di voi.
_________________________

Pietro Frati
capogruppo “Movimento per Coreglia”

MASTRONALDI (FDI) CONTRARI AL PIROGASSIFICATORE IN KME

________________________________________________________________

“Fratelli d’Italia ribadisce in maniera chiara ed inequivocabile la propria contrarietà all’eventuale progetto di un pirogassificatore presso lo stabilimento di Fornaci di Barga” lo dichiara il membro del direttivo provinciale di Lucca FdI Luca Mastronaldi.

“Il nostro partito non vuole entrare in polemica con l’azienda KME né con i suoi lavoratori – prosegue Mastronaldi – Per noi nulla è cambiato dalla riunione tenutasi a Fornaci dove i nostri candidati Zucconi, Donzelli e Staccioli espressero la loro contrarietà al progetto, non solo per la morfologia del territorio ma anche per gli studi di esimi dottori che ci dicono che là dove si è autoprodotta energia elettrica bruciando scarti di cartiera (pulper) si sono verificati aumenti di patologie sia respiratorie che tumorali”.

“La nostra storia è piena di battaglie per imperdire tali progetti a Castelfranco di Sotto, all’Alce di Fornoli, a Gallicano e a Diecimo, solo per citare le più vicine – chiude Mastronaldi – Purtroppo la storia non sempre insegna e ci ritroviamo ancora a dover manifestare il nostro no a tutela della salute dei cittadini e del territorio”.

MARCO CHIARI, LUCCA: ASSOLTO PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE !!!


Oggi decisione della Corte d’Appello di Firenze in merito alla questione dell’Officina della Latta, dove era ubicato il mio vecchio studio.

In primo grado, a seguito anche della testimonianza dell’ex Assessore Cappellini, fui condannato ad un anno e tre mesi per falso in atto pubblico, in merito alla questione della mia o meno presenza in Giunta per una delibera riguardante la cessione dei posti auto in tale fabbricato.

Dopo quasi 8 anni la sentenza di oggi della Corte d’Appello di Firenze,” assolto perché il fatto non sussiste”. Che dire oggi di questi ultimi 8 anni della mia vita, massacrato mediaticamente, massacrato finanziariamente, distrutto negli affetti e nelle amicizie, per arrivare a sentirmi dire ” ci scusi abbiamo sbagliato tutto su di lei”  La giustizia a volte è fatta dalle persone e per fortuna che tra le stesse ce ne sono alcune che sanno leggere le carte.

Anni di intercettazioni, faldoni di carte, centinaia di interrogatori, centinaia di migliaia di spese a carico dei cittadini, per sentirsi dire “ci scusi abbiamo sbagliato” Tutto questo ti lascia l’amaro in bocca, ti fa conoscere la cattiveria della gente, ero rappresentato come un mostro, ho reagito, ho combattuto, con a fianco il mio Avv. Sandro Guerra del Foro di Firenze, al fine di arrivare a dimostrare la mia completa innocenza.

Ci sono arrivato, mi è costato tanto in tutti i sensi ed ancora oggi devo ringraziare solo la mia famiglia che mi ha sorretto in tutti i sensi.

Dispiace che non sia più al mio fianco mia madre, deceduta a Novembre, a Lei come alle mie figlie ed alla mia ex moglie Patrizia devo il coraggio che mi hanno trasmesso per arrivare fino in fondo. Spero che da lassù, dove sicuramente si trova, gioisca finalmente nel sapere che suo figlio non è mai stato un delinquente.

Grazie a quei pochi che hanno creduto in me.

Marco Chiari

ANIMALI PARTICOLARI E CURIOSI: LA MANGALICA

Origine, diffusione e caratteristiche produttive

La razza Mangalica (o Mangaliza, Mangalitsa, Wollschwein in tedesco) era molto diffusa un tempo in Ungheria e nei paesi limitrofi (es. Romania); famosa tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo per la qualità delle carni (impiegate per la produzione di salame ungherese).
L’origine della Mangalica è incerta: deriverebbe direttamente dal cinghiale europeo (Cornevin), dall’incrocio tra il porco domestico europeo e quello indiano (Nathusius), dal maiale turco (Fitzinger) e ancora dall’incrocio tra il maiale indiano e il cinghiale (Monostori).
I suini di questa razza hanno fatto la fortuna degli allevatori ungheresi e di altri paesi balcanici, che ne esportavano in gran numero, specialmente nella seconda metà del secolo XIX e nei primi decenni del XX, sino a quando le razze inglesi si diffusero rapidamente e gli animali molto grassi vennero sempre meno ricercati.
Una caratteristica precipua della razza Mangalica è appunto quella di depositare un’enorme quantità di grasso, il cui spessore sul dorso può superare i 20 cm; anche la carne, gustosissima, è abbondantemente infiltrata di grasso.

Caratteristiche morfologiche

Carattere tipico della razza Mangalica è costituito dal pelame, in genere biondo o bianco, ma anche nero o ventre di rondine. Le setole sono di due tipi: alcune, lunghe cm 6-8 e spesse 200-230 micron, sono comuni setole; altre, più corte (4-5 cm) e molto più fini (40-55 micron), sono crespe e conferiscono all’animale un aspetto particolare. Le setole sono più abbondanti in inverno, specie nei soggetti che vivono all’aperto. Non sono animali di grande mole, l’altezza è infatti di cm 70-75, ma bene ingrassati possono toccare non di rado i due quintali di peso e raggiungere anche i kg 220-230. Il numero di maialetti per parto è di 6-8 soltanto, ma la carriera riproduttiva è lunga e la resistenza ad avverse condizioni climatiche è accentuata, specialmente a freddi anche molto intensi.

VERSILIA, NASCE LA SEZIONE LEGA NORD “VERSILIA MEDICEA” di Speroni Francesco

venerdì 8 dicembre 2017

VERSILIA: Prima riunione della nascente sezione della Lega Nord Versilia Medicea

PIETRASANTA – Si è svolta ieri sera a Pietrasanta la prima riunione della costituenda sezione della Lega Nord Versilia Medicea che comprenderà i comuni di Stazzema, Seravezza e Pietrasanta.
 
Alla presenza del commissario di zona Alfredo Trinchese e della consigliere regionale toscana Elisa Montemagni, una quarantina di iscritti del partito di Salvini si sono incontrati per decidere le linee guida, soprattutto per quanto riguarda le prossime elezioni comunali di Pietrasanta.
La riunione ha dato la possibilità a militanti e sostenitori della Lega di valutare la situazione attuale per poter intervenire con proposte fattibili che vadano nell’interesse della nostra comunità.
Lega Nord Versilia Medicea

=======================
da FRANCESCO SPERONI

SAN MARCELLO PITEGLIO: LA LEGA NORD CHIEDE UNA COMMISSIONE SUL CASO MALACARNE

SAN MARCELLO PITEGLIO,LA LEGA VUOLE UNA COMMISSIONE D’INCHIESTA SULL’INCHIESTA MALACARNE

Determinate situazioni sono semplici,ma sembra si voglia portarle a complicarle non si sa bene perchè. Come Lega siamo stati i primi a occuparci dell’inchiesta malacarne relativamente a quanto riguarda il nostro comune.

Ribadisco ancora una volta che il comune si è mosso con tempestività interrompendo la rifornitura di carne da parte dell’Alessio Carni. Certo ci sarebbe da ridire che l’affidamento temporaneno della fornitura,in attesa dell’affido al secondo miglior offerente del bando,sia stato dato proprio all’unicoop della montagna pistoiese,ma lasciamo perdere (per ora) questa cosa.

Dopo essermi informato sulla vicenda in altri comuni,con altri consiglieri,ho saputo che sostanzialmente quello che ha detto l’Assessore Bianchi è una”mezza verità”. Cioè la ditta è indagata ma siccome le indagini sono in corso, e quindi gli atti segregati,nessuna mensa è incriminata,però non vuol dire che sicuramente San Marcello non è stato rifornito di carne avariata,ma che al momento non lo sappiamo.

A quel punto siccome come Lega Nord non siamo in comune come gruppo consiliare,ho chiamato il consigliere Carlo Vivarelli del Partito Indipendentista, per far si che richieda la formazione d’una commissione d’inchiesta sulla vicenda.In maniera che si possa ottenere gli atti per verificare se effettivamente sia arrivata carne avariata o meno alla mensa comunale.

Il consigliere ha accolto di buon grado la cosa chiedendo che il punto sia discusso nel primo consiglio comunale utile, estendo la discussione anche all’esternalizzazione del servizio mensa dell’ospedale Pacini.

Ora c’è da vedere se il consiglio comunale accetterà la formazione di una commissione d’inchiesta. Spero che il buon senso prevarrà sulle ideologie politiche e che si facciano carico di questa richiesta anche consiglieri dell’altra minoranza e della maggioranza.

Continuerò a chiedere anche un assemblea pubblica, cosa ancora respinta dall’assessore Bianchi,ma che so vogliono i genitori.

La cosa che più mi sorprende su quest’ultimo punto è che si ha paura di un confronto pubblico ( anche se riconosco sarà difficile per gli amministratori), quando anche il comune è parte lesa nell’inchiesta malacarne.

Come sempre continuerò a vigilare insieme alla Lega Nord sulla cosa,nell’interesse dei bambini e dei genitori che mi hanno contattato.

Marco Poli

Lega Nord Montagna Pistoiese

La richiesta del consigliere Carlo Vivarelli

San Marcello Piteglio, 25 Novembre 2017.

Al Sindaco, ai Consiglieri, alla Commissione Servizi alla Persona del Comune di San Marcello Piteglio.

Oggetto: mozione a favore dell’istituzione di una commissione comunale d’inchiesta riguardo alla questione della mensa scolastica.

Egregio Sig. Sindaco,

Le chiedo che questa mia mozione venga portata all’ODG della prossima seduta possibile del Consiglio Comunale, affinchè si voti l’istituzione di una commissione d’inchiesta riguardo alle questioni della mensa scolastica di San Marcello pistoiese, sia per argomentazione generale, sia in relazione alle recenti inchieste giudiziarie, sia in relazione all’esternalizzazione del servizio, sia alla possibilità che detta mensa possa tornare ad essere il centro dei produzione dei pasti per il PIOT Pacini di San Marcello P.se sia eventualmente per altri soggetti.

Chiedo inoltre che venga messa a votazione la possibilità che detta Commissione possa coincidere con la commissione servizi alla persona.

Carlo Vivarelli, Consigliere.

MASSAROSA: SOLO IL PD NON VEDE MAGGIORI CRIMINI E DEGRADO

MASSAROSA, MARA NICODEMO: La criminalità per i cittadini non e’ solo una SENSAZIONE, come Mungai vuol far credere.

Furti e violazione delle abitazioni ogni giorno, una ragazza minorenne violentata nella via principale del paese in pieno giorno, ma per l’Amministrazione Comunale di Massarosa, il Sindaco Mungai ed il sottosegretario Mansione la criminalità negli ultimi periodi è calata.

Mentre la percezione della diminuzione della sicurezza da parte dei cittadini è solo “una sensazione”, come dagli stessi affermato nell’ultimo consiglio comunale.

Davvero non riusciamo a comprendere come sia possibile affermare ciò guardando ogni giorno la cronaca locale.

La criminalità è decisamente aumentata, sono le denunce che sono calate in quanto i cittadini ormai hanno perso fiducia nelle istituzioni e nella repressione dei reati.

#fdi #fdiMassarosa
Mara Nicodemo portavoce provinciale

BALDINI: SI CONVOCHI SUBITO LA COMMISSIONE PORTO: VOGLIAMO CHE IL GOVERNO FINANZI ANCHE IL VERSILIA YACHTING RENDEZ VOUS !

BALDINI: SI CONVOCHI SUBITO LA COMMISSIONE PORTO, VOGLIAMO CHE IL GOVERNO FINANZI ANCHE IL VERSILIA YACHTING RENDEZ VOUS !


SI CONVOCHI SUBITO LA COMMISSIONE PORTO: VOGLIAMO CHE IL GOVERNO FINANZI ANCHE IL VERSILIA YACHTING RENDEZ VOUS !

Domani mattina depositerò presso la Presidenza del Consiglio Comunale di Viareggio una richiesta di convocazione urgente della Commissione Porto perchè si proceda a riavviare il confronto riguardo il Versilia Yachting Rendez Vous sul quale anche noi ci siamo spesi ampiamente sin dall’inizio dell’anno e del quale si sono perse le tracce.

E’ infatti necessario ritrovarci per approfondire quale sia il reale futuro della manifestazione anche alla luce della notizia, inaspettata a dire il vero, che il Governo finanzierebbe il Salone di Genova con un milione e mezzo di euro come dichiarato dallo stesso Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Del Rio.
Personalmente sono soddisfatto che Genova possa ottenere aiuti da parte del Governo e non posso che fare i complimenti anche al Governatore della Regione Toti ed al Sindaco di Genova Bucci bravissimi nell’ottenerli, però auspico che anche per il Versilia Yachting Rendez Vous vi siano risorse a disposizione da poter spendere già nel corso della prossima edizione.
A dire il vero, il Ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, a settembre dell’anno scorso, si era espresso in termini diversi, auspicando una riappacificazione fra Ucina e Nautica Italiana e condizionando tale evento alla possibilità che il Governo riaprisse i “cordoni della borsa” per Genova.
Non vorremmo quindi che la “fuga in avanti” di Del Rio fosse un segnale negativo per la Versilia ed, anzi, auspichiamo il contrario !
A Genova in questi giorni, a differenza delle ultime edizioni, è stato un successo, sono tornate tutte le grandi aziende a cominciare da Azimut Yachts assente l’anno scorso ed è tornata l’attenzione della politica che ha fatto mostra di sè, a cominciare dallo stesso Matteo Salvini che in Liguria ha mietuto un successo dietro l’altro nelle ultime tornate elettorali.
Da questo punto di vista quindi, in termini costruttivi come abbiamo sempre fatto riguardo il Versilia Yachting Rendez Vous, sollecito il Presidente della Toscana Enrico Rossi a lasciar perdere il preistorico ed obsoleto dibattito sul fascismo-antifascismo ed a concentrarsi sulla possibilità di avere accesso a risorse importanti anche per la nautica in toscana e per un evento importante come la kermesse che l’anno scorso ha visto celebrarsi l’edizione zero proprio a Viareggio, rinverdendo i fasti di un tempo e coinvolgendo l’intero comprensorio versiliese.
Auspico che ai lavori della Commissione partecipi lo stesso Sindaco Del Ghingaro in modo da conoscere direttamente da lui quale sia l’impegno che anche il Comune di Viareggio intende mettere verso il Governo per far sì che le opportunità riconosciute a Genova da parte del Ministro Del Rio possano trovare ascolto anche sul fronte delle Istituzioni toscane che, peraltro, dovrebbero essere, almeno in termini di colore politico, vicine al Governo Gentiloni più di quanto lo siano quelle liguri ormai governate in lungo ed in largo dal centrodestra.
Chiedo sin d’ora al Presidente Guardi, ottimo arbitro dei lavori affrontati sul Versilia Yachting Rendez Vous sin dall’inizio dell’anno, che la Commissione possa sviluppare un dibattito sereno, auspicando altresì una presa di posizione possibilmente unitaria e foriera di un Consiglio Comunale da svolgere a brevissimo sull’argomento e sulle problematiche portuali in generale che vedranno proprio il prossimo 4 ottobre un incontro importante fra Autorità Portuale e Comune.

Avv. Massimiliano Baldini
Capogruppo
Movimento dei Cittadini per
Viareggio e Torre del Lago Puccini