Crea sito

SIMONINI, A LUCCA: IN ARRIVO I FONDI PER LA PROVINCIA GRAZIE ALLA LEGA E SALVINI.


Con una nota il Consigliere Provinciale della lega Simone Simonini esulta per lo sblocco dei fondi destinati alle Provincie e in particolare alla Provincia di Lucca.
Stiamo uscendo da un impasse creato nel 2014 dall’allora ministro del pd Delrio, dichiara Simonini, quando con una riforma cancello “in teoria ma non in pratica” le Province italiane.
Sono stati anni veramente bui, con ripercussioni per tutti i cittadini, che da un giorno all’altro si sono visti mancare quei servizi necessari, come ad esempio i fondi per la viabilità e la sicurezza nelle scuole superiori.
Oggi grazie al ministro dell’interno Matteo Salvini tutto questo sta per finire, grazie ai fondi stanziati per una ripresa regolare dei servizi e delle funzioni di questi enti.
Non è casuale che nel giro di qualche mese l’ente tornerà anche ad assumere personale per migliorare i servizi.
È evidente prosegue Simonini la mal gestione del partito democratico, (dal governo della Nazione fino ai più piccoli Comuni). Proprio in questi giorni stiamo assistendo a grosse difficoltà numeriche nel formare le maggioranze in molti Comuni e perfino in Provincia a lucca, (la casa dei Comuni), dove di fatto il pd non è nemmeno più in grado di garantire il numero legale in Consiglio, dovendosi affidare anche nelle Commissioni alla clemenza e collaborazione (per il bene della collettività) del centrodestra.
I cittadini devono ben sapere chi sta lavorando per l’Italia e gli italiani, e chi in questi anni ha fatto della politica i propri affari, prendendo in giro di fatto tutti i cittadini, da destra a sinistra.
Proprio in queste ore, Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha scritto ai presidenti provinciali: “Le risorse sono state ripartite sulla base delle indicazioni dell’Upi: un segno tangibile dell’attenzione che il governo intende rivolgere a tutte le amministrazioni provinciali. La tutela delle comunità locali e la ripresa economica rappresentano una priorità: non a caso questo fondo segue l’erogazione di circa 400 milioni per i Comuni fino a 20mila abitanti.
Con la recente legge di bilancio sono stati alleggeriti e semplificati quei vincoli finanziari che, negli anni passati, per perseguire gli obiettivi del patto di stabilità interno prima e del pareggio di bilancio poi, hanno limitato per molti enti virtuosi il legittimo utilizzo delle proprie risorse, con regole sovente non comprensibili e condivisibili. Possiamo e dobbiamo fare di più. Ma siamo convinti di aver inaugurato una nuova fase nel rapporto tra governo e comunità locali”.